Progresso tecnologico, un incentivo per le aziende

Progresso tecnologico, un incentivo per le aziende

9 Dicembre, 2019 Off Di Kurt Jacobs

Oggi il progresso tecnologico sta coinvolgendo e, per certi versi, anche stravolgendo il funzionamento di moltissime aziende. Questo significa che oggi pensare ad un’azienda significa anche dover ripensare tantissimi processi in una chiave diametralmente diversa rispetto a quella di diversi anni fa. I cambiamenti epocali che stanno coinvolgendo il mondo permettono una semplificazione della burocrazia e anche dei processi aziendali, ma bisogna saperli sfruttare al meglio, partendo da una comprensione del funzionamento della tecnologia allo scopo di servirsene per migliorare i processi aziendali e di business. 

L’innovazione tecnologica in azienda è quindi uno spunto e un’opportunità da cogliere al volo per poter migliorare la struttura del business ed integrare le tecnologie ed i processi per rimanere al passo con i cambiamenti. La tecnologia può aiutare le aziende a progredire, con l’aiuto anche di diverse figure professionali che si stanno formando proprio in questi anni e che consentono di comprendere, ed applicare nella prassi, le tecnologie più evolute ai consueti processi di business, migliorandoli e rendendoli più efficienti e più trasparenti. 

Sono tante le tecnologie da conoscere per migliorare l’azienda, ad esempio sapere cos’è la conservazione sostitutiva (naviga il sito di Savino Solution per approfondire),quali sono i processi che possono essere automatizzati, in che modo è possibile intervenire con la tecnologia per migliorare l’esperienza dell’utente finale e via dicendo. Ma prima che ciò avvenga, bisogna effettuare un assessment delle caratteristiche del business e della realtà aziendale, per conoscerne lo stato di maturità, creando le basi per un’impalcatura digitale che davvero possa migliorare il lavoro. 

Miglioramento tecnologico, quali passi fare e quando

Prima di cominciare un processo di investimento nelle nuove tecnologie, è però buona norma che l’azienda sappia comprendere se stessa, quali sono le sue performance, quali sono i suoi gap e poi comprendere in che modo le tecnologie digitali possano aiutarla in un processo di trasformazione e di miglioramento. 

L’analisi dello stato attuale delle cose in un’azienda è quindi un passo fondamentale prima di implementare una soluzione di miglioramento. Dopo aver valutato lo stato della maturità digitale dell’azienda è possibile sapere quali sono le aree che richiedono uno sforzo di coordinamento e di miglioramento, e quali invece sono pronte per poter supportare nuove tecnologie digitali. 

Il miglioramento tecnologico dell’azienda presuppone anche la valutazione e la conoscenza delle caratteristiche competitive dell’azienda, di quali sono i suoi punti di forza sui quali investire. 

Dopo di che, è possibile cominciare a valutare quali sono gli strumenti di intelligenza artificiale, le tecnologie e le applicazioni che permettono di dare una svolta al business, qualsiasi esso sia. Solo per fare un esempio, l’innovazione tecnologica degli ultimi anni ha incrementato e migliorato l’idea dei processi aziendali nel campo fashion, implementando soluzioni come intelligenza artificiale nel fashion business, o migliorando anche l’esperienza utente a partire dal sito aziendale. 

Ma i miglioramenti tecnologici possono farsi sentire non solo a livello di user experience, ma anche a livello dei singoli processi dell’azienda che possono essere automatizzati, permettendo una migliore schedatura delle informazioni, dei prodotti, dei controlli. Sotto tutti i punti di vista, quindi, l’innovazione tecnologica è un plus per l’azienda e diventa una sorta di strada obbligata per quei business che vogliano continuare ad essere concorrenziali in un mondo sempre più complesso e dove la tecnologia la fa sempre di più da padrona. Questo ragionamento vale non solo per le grandi aziende, ma potremmo dire soprattutto per quelle medio-piccole, che sono chiamate ad importanti investimenti non solo dal punto di vista economico ma anche dal punto di vista del modo di concepire la tradizionale attività di impresa ed il business sia verso sé stesse che verso utenti e concorrenza.