Perché le organizzazioni implementano la consulenza strategica?

Perché le organizzazioni implementano la consulenza strategica?

17 Gennaio, 2020 Off Di Danilo donati

La consulenza strategica (vedi quella portata avanti da Vittorio Pupillo) è una delle mete più ambite, più competitive e redditizie per i laureati brillanti, ma spesso viene anche fraintesa. Fortunatamente, abbiamo compilato una guida per aiutarti a capire i dettagli di questo prestigioso settore.

Che cos’è la consulenza strategica?

I consulenti strategici forniscono consulenza alle organizzazioni su decisioni di alto livello in modo imparziale, avvalendosi di una profonda conoscenza del settore per fornire i migliori risultati. È un tipo di consulenza gestionale, che in genere implica una consulenza ai massimi livelli di un’azienda.

I consulenti strategici lavorano in tutti i settori, con enti del settore pubblico e privato su una vasta gamma di argomenti.

Ad esempio: un’azienda sta cercando di risparmiare denaro in un mercato in calo, quindi decide di chiudere uno dei suoi impianti di produzione. I manager vogliono sapere se si tratta di una condotta utile, quali dei loro impianti dovrebbero essere chiusi, quanti soldi serviranno, quanto gli costeranno e come dovrebbero ristrutturare la loro catena di approvvigionamento per gestire questa perdita di produzione. È proprio qui entra in gioco un consulente strategico.

Perché le organizzazioni utilizzano consulenti strategici?

Una domanda ovvia che mi viene in mente è “Perché le aziende non si occupano da sole di questi argomenti?”.

I consulenti sono generalmente coinvolti nelle decisioni importanti che sono vitali per il futuro dell’azienda, per assicurarsi che ogni fattore sia preso in considerazione. Possono dedicarsi interamente alla domanda in questione, mentre i dirigenti sono normalmente impegnati con l’effettiva gestione dell’azienda. I consulenti offrono anche una profonda esperienza in un determinato settore o materia, come il posizionamento sul mercato o la ristrutturazione.

Ci sono anche occasioni in cui i consulenti soddisfano uno scopo legale. Durante una fusione, prima che la transazione sia completata, è illegale condividere informazioni tra le due società. I consulenti possono operare in modo indipendente, reperendo informazioni da entrambe le parti per avere una strategia pronta per il momento in cui viene firmato l’ultimo documento.

Di quali competenze ho bisogno?

Oltre alle conoscenze specifiche del settore, ci sono alcune competenze generali che sono essenziali per avviare e mantenere una carriera nella consulenza strategica:

  • Abilità analitiche: capacità di raccogliere e analizzare grandi quantità di dati, valutare problemi e strutturare soluzioni e presentare informazioni a vari livelli. Queste competenze sono valutate nel famoso colloquio di studio, utilizzato in quasi tutte le applicazioni di consulenza.
  • Competenze delle persone: la consulenza è un settore incentrato sul cliente e molto del tuo tempo sarà dedicato alla gestione al fine di comprendere meglio i problemi che stanno affrontando. Devi essere in grado di costruire relazioni, essere persuasivo quando necessario e sapere quando rinviare.
  • Gestione del tempo: i consulenti strategici lavorano per scadenze strette e il ritardo non è ammissibile.
  • Flessibilità: anche quando sarai un esperto, ci sarà molto altro da imparare. Devi essere sempre consapevole delle tue prestazioni e trovare modi per migliorare.

Chi sono le principali aziende?

Le aziende che svolgono attività di consulenza strategica sono divise tra coloro che non fanno altro che la consulenza strategica e coloro che la offrono insieme ad altri servizi di consulenza e professionali.