Pericoli e sicurezza derivanti dall’utilizzo di camini a bioetanolo

Pericoli e sicurezza derivanti dall’utilizzo di camini a bioetanolo

9 Gennaio, 2020 Off Di Danilo donati

I caminetti a bioetanolo (come quelli di Maisonfire) rappresentano un bel tocco d’arredamento. Grazie a loro puoi creare istantaneamente una bella e accogliente atmosfera da camino con un fuoco aperto, senza bisogno di una canna fumaria. I caminetti a bioetanolo possono essere installati in quasi ogni stanza, in modo abbastanza indipendente dalle condizioni strutturali dello spazio. I caminetti a bioetanolo sono quindi un’ottima soluzione, ma purtroppo non esenti da pericoli! Pur essendo progrediti in termini di standard di sicurezza, i camini a bioetanolo non funzionano sempre senza intoppi. Si dovrebbero quindi osservare, durante l’installazione e il primo funzionamento, tutte le misure precauzionali e i regolamenti di sicurezza del caso.

La norma per i camini a bioetanolo

Quando si acquista un camino a bioetanolo, è sempre necessario che tutti i requisiti della norma vengano rispettati, come indicato da un rapporto di prova eseguito da un’agenzia di ispezione di caminetti.

Nella norma viene indicata come capacità massima i tre litri di carburante (ai caminetti da tavolo gli 0,5 litri) ed in più, che il serbatoio debba essere sempre fissato e sigillato per evitare eventuali perdite. Il camino a bioetanolo deve essere stabile e il suo corpo non dovrebbe essere mai troppo caldo. La norma stabilisce inoltre che la fiamma non deve svilupparsi né troppo lateralmente né troppo verso l’alto. In più, deve essere fornito di un dispositivo di estinzione con il quale è possibile spegnere la fiamma in qualsiasi condizione operativa.

Importante: il produttore di caminetti a bioetanolo è tenuto a fare in modo che i suoi prodotti siano certificati secondo lo standard vigente a causa dei pericoli significativi che possono sorgere durante il funzionamento di un dispositivo non certificato.

Si devono, in più, osservare rigorosamente le regole di comportamento e sicurezza che elencheremo di seguito.

I caminetti a bioetanolo non sono adatti per il riscaldamento

I caminetti a bioetanolo sono noti per fornire fuoco e calore, generati dalla combustione del vapore acqueo, etanolo e dell’anidride carbonica (CO2), che vengono rilasciati direttamente nella stanza. Un camino a bioetanolo con una portata di 0,5 litri, all’ora produce circa 16 volte più CO2 di un adulto durante la respirazione, o in altre parole: un camino a bioetanolo consuma in un’ora circa la quantità di ossigeno respirata da 16 adulti presenti all’interno di una stanza. Di conseguenza, la stanza deve essere ventilata, per fornire aria fresca, che contrasti, naturalmente, il calore che il camino produce. Tutto ciò risulta quindi essere uno svantaggio in termini di riscaldamento; un camino a bioetanolo è infatti adatto solo come elemento decorativo e non per riscaldare un ambiente interno.

Attenzione ai bambini e agli animali domestici

I caminetti a bioetanolo creano una fiamma libera durante il funzionamento e per questo motivo potrebbe essere pericolosa per i bambini o gli animali che potrebbero giungere nelle vicinanze del fuoco. Pertanto, bisogna fare attenzione che le fiamme non fuoriescano dal camino e non vi siano pericoli per i capelli, i vestiti o la pelle. Il camino dovrebbe anche essere abbastanza robusto, da non poter essere mai rovesciato.

Queste precauzioni dovrebbero essere prese in considerazione ovviamente anche dagli adulti, in particolare durante le feste con molte persone, durante le quali si possono bere alcolici o si può ballare. In caso di dubbio, il camino a bioetanolo deve essere spento!

Fai attenzione quando riempi il caminetto

L’etanolo è un liquido altamente infiammabile e questa combustione può avvenire anche a causa di un contatto con una superficie calda. I caminetti a bioetanolo possono quindi essere riempiti soltanto quando la fiamma è spenta e l’intero camino si è raffreddato. Il tempo impiegato per il raffreddamento del camino è indicato sulle istruzioni presenti all’interno della confezione.

Il flacone di etanolo deve essere immediatamente chiuso e riposto dopo il riempimento del dispositivo. Possono essere conservati anche accanto al camino, ma preferibilmente dovrebbero trovarsi in uno spazio separato e chiuso e da conservarsi in un punto soggetto ad una buona ventilazione. Se il materiale per la combustione dell’etanolo del camino si rovescia, deve essere immediatamente tamponato con asciugamani, che dovranno essere successivamente gettati fuori dalla casa.

La distanza minima dalla parete deve rispettare certi standard

I caminetti a bioetanolo diventano particolarmente caldi nei pannelli posteriori, qualora non fossero ben areati. Per evitare che il fuoco divampi sul muro o la carta da parati, dovrebbe essere osservata una distanza minima tra il muro e il camino. Nei prodotti certificati, la distanza minima da mantenere dalla parete è indicata nelle istruzioni per l’uso. Tale distanza minima prescritta deve essere almeno di mezzo metro per poter soddisfare tutti i requisiti.

Nessun materiale combustibile presente nei paraggi

Durante il funzionamento di un caminetto a bioetanolo non dovrebbe essere presente nei paraggi qualsiasi materiale combustibile come legno, carta, plastica, tende, giornali o simili.

Accensione

I caminetti a bioetanolo devono essere accesi solo con un accendino sufficientemente lungo, che dovrebbe essere avvicinato in ogni caso al serbatoio pieno di etanolo.

Il fuoco deve sempre essere controllato

Come per tutti gli altri fuochi aperti, anche il caminetto a bioetanolo in attività non dovrebbe mai essere lasciato incustodito. Se si dovesse spegnere la fiamma, sarebbe sufficiente utilizzare un apparecchio estinguente adatto. Prima di lasciare la stanza, l’intero camino a bioetanolo deve essere raffreddato, almeno da poter essere toccato da una mano.

Possibilità di una pronta estinzione

Nonostante tutte le precauzioni, può comunque divampare un incendio. Per questo motivo, deve essere sempre presente e a portata di mano un agente estinguente adatto, come ad esempio un estintore in schiuma. Se non c’è un estintore in casa, una pesante coperta di cotone potrebbe aiutarti a spegnere l’incendio. Se il fuoco non può essere eliminato immediatamente, chiama i vigili del fuoco!